Salvini non mollare! La Lega scende in piazza a sostegno del suo leader.

Salvini non mollare! Via alla mobilitazione

Tanti sono stati, anche nella provincia del Ticino, i militanti che sabato 2 e domenica 3 febbraio si sono mobilitati per organizzare gazebo e punti di raccolta firme a sostegno del segretario della Lega e ministro Matteo Salvini, che rischia di andare a processo su richiesta del Tribunale dei ministri per il caso della nave Diciotti.

“Sta contrastando l’immigrazione clandestina come promesso”

“Con questa mobilitazione – commenta il segretario provinciale del Ticino Gianbattista Fratus -vogliamo ribadire il supporto all’operato e alle politiche del nostro ministro Salvini che sta contrastando l’immigrazione clandestina come promesso in campagna elettorale. Dalle parole ai fatti”.

Solidarietà e sostegno alle politiche del Ministro dell’Interno

La raccolta firme promossa in queste ore dalla Lega in tutta Italia intende esprimere la solidarietà e il sostegno alle politiche del ministro dell’Interno, “che rischia da tre a 15 anni di carcere – si legge in una nota diffusa dalla segreteria provinciale del Ticino della Lega – per aver fatto il proprio dovere difendendo i confini italiani.

Leggi anche:  Crisi di giunta: "Pronti al ricorso, il Ministero ci dà ragione"

Raccolte oltre 2.500 firme

“Nonostante il poco preavviso – commentano i responsabili organizzativi del Ticino onorevole Fabio Boniardi e Riccardo Grittini -, tante sezioni sono riuscite a organizzarsi raccogliendo complessivamente oltre 2.500 firme. Un ringraziamento particolare ai nostri militanti e sostenitori per essersi attivati celermente. Appuntamento anche nel prossimo fine settimana dove verranno organizzati altrettanti gazebo e punti di raccolta firme”.

 

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI TUTTE LE NOTIZIE