Approvato il Bilancio di Previsione e il Piano delle Opere Pubbliche di Tradate: ecco i lavori che l’Amministrazione ha in programma per il nuovo anno.

Opere a Tradate, un milione per strade e piazze

Un milione di euro per strade e piazze e, in questi, la sistemazione di piazza Unità d’Italia ad Abbiate. Ma nel piano di opere pubbliche da 6 milioni e 300 mila euro complessivi (di cui quasi 4 solo nel 2020) allegato al Bilancio anche la caserma dei Vigili del Fuoco (730mila euro complessivi) e quella dei Carabinieri (250mila euro tra 2020 e 2021), manutenzioni straordinarie alle scuole (300mila euro con bando statale per le medie, 100mila per la Munari), la rotonda di via Marone/via Rimembranze (300mila euro nel 2021).

Area feste, convento dei Cappuccini e piazza Mazzini

Non mancano opere che da diversi anni a questa parte compaiono nei bilanci delle varie amministrazioni, rinviati di volta in volta. Quattro in particolare: il completamento dell’ex convento dei Frati Cappuccini (400mila euro), la riqualificazione di piazza Mazzini (600mila euro, di cui 500mila nel 2020), il completamento di piazza dei SS. Pietro e Paolo (250mila complessivi nel 2020) e l’area feste, con 152 mila euro per il completamento.

Mano a piazza Unità d’Italia in attesa del Pl Mayer

Piazza Unità d’Italia è forse uno degli interventi che da più tempo vengono richiesti dai diversi schieramenti politici. E anche se non vi è una voce specifica nel Bilancio, il Comune è intenzionato a metterla, finalmente, a posto. Da anni senza manutenzione e da ancora più usata come parcheggio, oggi la piazza dell’ex Municipio abbiatese mostra pesanti e profonde cicatrici tra buche, avvallamenti e piastrelle ormai distrutte. “Quello che intendiamo fare – ha spiegato l’assessore Alessandro Morbi – non sarà un rifacimento ma una manutenzione straordinaria, con la sostituzione della pavimentazione oggi in lastre e cubetti in soli cubetti, che possano reggere il peso delle auto. Intanto, nel Pgt continueremo a prevedere un’area a uso parcheggio all’interno della proprietà dell’ex casa Mayer, ora bloccata al tribunale fallimentare”.

Ultime battute per caserme ed ex Convento

Per quanto riguarda le caserme, circa la metà dei costi relativi a quella dei Vigili del Fuoco sarà coperta dalla Regione grazie a un accordo quadro su cui il Pirellone si è già impegnato, mentre per quella dei carabinieri 50mila euro serviranno subito per la sistemazione dei locali oggi usati come uffici e 200mila per l’adeguamento dell’ex consultorio, in attesa di trovare l’accordo con Ats e le Asst per l’utilizzo. Vicino finalmente al completamento dell’intervento di messa in sicurezza del tetto e del refettorio l’ex Convento. L’opera che dovrà essere eseguita nella prima parte dell’anno pena la perdita del finanziamento regionale di 200mila euro, in attesa che la Sovrintendenza si pronunci sul progetto complessivo per l’area e le demolizioni proposte dal Comune oltre un anno fa. Sovrintendenza che deve esprimersi anche su piazza Mazzini, dove l’assessore intende iniziare il prossimo anno coi lavori per l’area centrale e quella dei due parcheggi. Infine la piazza dei SS. Pietro e Paolo, per la quale si prevedono 130mila euro per l’acquisto delle aree oggi del privato e 120mila per i lavori di completamento. E sulla quale però, come ha spiegato Morbi, non vi è ancora un progetto nè una relazione sui costi reali dell’intervento con una previsione (120mila euro appunto) che sembrano sovrastimati dato il costo complessivo del rifacimento, in epoca Cavalotti, di 250mila euro. 

LEGGI ANCHE: Bilancio Tradate, Partecipare Sempre contraria: “Nessuna progettualità per il futuro”