Via libera alla messa in sicurezza delle ciclabili magentine. È stato approvato in Giunta il progetto esecutivo per la riqualificazione e messa in sicurezza delle piste ciclabili che hanno ottenuto il cofinanziamento previsto dal bando di Regione Lombardia per un importo pari a 40.750 euro. Lo annuncia il sindaco Chiara Calati.

Via libera alla messa in sicurezza delle ciclabili magentine

Oggetto dell’intervento sono le piste di via Venturinj, via De Medici, viale Piemonte e via Papa Giovanni Paolo II. I lavori saranno completati entro il termine ultimo del 31 ottobre 2019, per un importo complessivo pari a 89.700 euro.

Il progetto

Il progetto prevede di intervenire in via Venturini, via De Medici e viale Piemonte rimuovendo completamente l’attuale staccionata di delimitazione della pista ciclabile in legno e sostituirla nel tratto di via Venturini (compreso tra il parco pubblico e via De Medici) e in viale Piemonte (nel tratto compreso fra l’intersezione con via Boffalora e il ponte di sovrappasso del canale Villoresi) con una staccionata a pali tondi realizzata interamente in plastica riciclata seconda vita IPPR proveniente da raccolta differenziata italiana e di intervenire nel tratto di pista ciclabile di via De Medici (dall’intersezione con via Venturini e l’inizio di Viale Piemonte) e nel tratto di viale Piemonte (compreso tra la fine di via De Medici e l’Intersezione con via Boffalora) realizzando uno spartitraffico di separazione, di larghezza pari a 50 cm, tra la carreggiata stradale e la pista ciclabile ottenuto mediante la posa di una doppia cordonatura in cordoli in CSL vibrocompresdo e riempimento centrale in CSL. Lo stesso spartitraffico verrà posto su ambo i lati del tratto di pista ciclabile di via Papa Giovanni Paolo II. La segnaletica verticale sarà effettuata con cartelli stradali a LED.

Leggi anche:  La battaglia di Alessia contro il tumore

Il commento

Il sindaco Chiara Calati

“L’ intervento cofinanziato grazie al bando di Regione Lombardia è di particolare interesse non solo perché consente di ripristinare le due piste ciclabili mettendole in sicurezza e garantendo così la sicurezza dei ciclisti, ma anche perché si è posta particolare attenzione all’ambiente nell’utilizzo di plastica riciclata da raccolta differenziata italiana. Questo renderà la ciclabile verso Pontenuovo molto più resistente nel tempo, priva di schegge, meno soggetta a manutenzione e molto più difficilmente attaccabile da atti vandalici. Su via Papa Giovanni Paolo II, data la vicinanza con le scuole, abbiamo prediletto la sicurezza dei nostri ragazzi. Nella adesione al bando e nella costruzione del bilancio 2019 abbiamo previsto la parte di cofinanziamento a carico del Comune, proprio perché riteniamo fondamentale partecipare ai bandi regionali, soprattutto laddove afferiscano alla sicurezza, favorendo in questo caso anche la mobilità sostenibile. Entro la fine di ottobre si vedranno i risultati di questo intervento, per una città a misura dei nostri cittadini, obiettivo che non smetteremo mai di perseguire”, precisa  Calati.