Garbagnate: il Pronto soccorso dell’ospedale si amplia per garantire più posti letto e barelle e diminuire i tempi di attesa.

Garbagnate: il Pronto soccorso si amplia

Sono iniziati mercoledì 18 settembre i lavori di ampliamento del Pronto soccorso di Garbagnate che porteranno ad avere più spazio per accogliere pazienti in barella in attesa di ricovero o in terapia. La ricettività del PS di Garbagnate passerà da 5 a 10 posti letto per i pazienti “barellati” in attesa di ricovero/terapia, oltre agli attuali 10 letti di osservazione “breve”, 10 sale visita, 3 sale shock room per le emergenze, 1 sala per radiologia convenzionale dedicata. “Abbiamo scelto questo periodo per avviare il cantiere perché precede il sovraffollamento dei mesi invernali dove si registrano maggiori casi di visite e ricoveri presso il Pronto soccorso – spiega il dottor David Merlini, direttore dell’unità operativa medicina d’urgenza, chirurgia d’urgenza e PS degli ospedali di Garbagnate e Rho – .Questo permetterà al PS di aumentare la sua capacità ricettiva nei periodi con maggior flusso e cercare di ampliare il comfort nelle attese per i ricoveri, permettendo a tutto il personale del PS di monitorare i pazienti in modo adeguato. Cercheremo di limitare al minimo i disagi, che comunque sono volti a garantire un migliore servizio futuro”.

Leggi anche:  Visite di controllo periodiche per un’esistenza in salute

“L’attenzione costante ai pazienti e a creare percorsi che rendano la struttura il più accessibile possibile, sono per l’azienda una priorità, in tutti i presidi, tenuto conto delle peculiarità di ciascuna struttura – aggiunge il direttore generale Ida Ramponi -. Con questo intervento, più quello programmato per il prossimo aprile anche presso il Pronto soccorso di Rho, certamente sarà ridotto il tempo di attesa per la presa in carico dei pazienti, avendo a disposizione spazi più ampi, consapevoli di quanto questo possa essere determinante in momenti di particolare afflusso e, comunque, considerando che i due servizi gestiscono complessivamente in un anno, più di 100mila accessi.” Nella sala d’attesa del PS di Rho è partita anche un’altra iniziativa quella del “Bookcrossing” “E’ un servizio in più che abbiamo voluto dare alle persone – spiega Merlini – cercando di allinearci a quello che si fa nel resto d’Europa”. TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE