Grandissima soddisfazione nel weekend per la società di ginnastica ritmica Kinesis 200 che sarà al Campionato Nazionale con Alessia Cucchetti.

Alessia Cucchetti stacca il pass per il Nazionale

Una nuova soddisfazione per la Kinesis e nuova qualificazione al termine della fase di zona tecnica del Campionato Individuale Gold Allieve di ginnastica ritmica. Infatti, dopo il successo del weekend precedente in cui le agoniste junior e senior hanno staccato ben nove pass per il Nazionale di Specialità Gold, la società venegonese riesce ad ottenere una nuova prestigiosissima qualificazione nazionale con la giovane promessa Alessia Cucchetti, di soli 12 anni. Classe 2007, grazie a quattro ottimi esercizi con fune, palla, clavette e nastro, la giovane atleta è riuscita ad ottenere un eccellente decimo posto in un campionato di altissimo livello tecnico. Un sogno diventato realtà grazie a determinazione, impegno e passione, che consentiranno ad Alessia e alla sua allenatrice Serena Farina di volare a Catania, per confrontarsi con le migliori atlete d’Italia.

Risultati ed esordi importanti

A mettersi in luce, sempre tra le allieve anno 2007, c’era anche Chiara Zambon, che grazie ad un’ottima tenuta di gara ha centrato la finale alla palla, dove con una prova pulita ed elegante è riuscita a migliorare il proprio personal best. Alla competizione, che ha visto impegnate giovani ginnaste da Lombardia, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta, ha partecipato anche la piccola Matilda Paolini, anno 2008, che per la prima volta si è cimentata con coraggio in un campionato di così alto livello tecnico.

Leggi anche:  Podio nazionale per la Kinesis, Giulia Gherardini è bronzo

“Ora avanti con serenità”

“Sono molto contenta di come le ginnaste hanno affrontato le settimane di allenamento e la gara stessa –  commenta la direttrice tecnica Serena Farina – è una competizione molto lunga e impegnativa, in cui le ginnaste devono mantenere la concentrazione per ben quattro esercizi. Sono molto soddisfatta del risultato ottenuto con Alessia: speravamo nella qualifica nazionale, ma eravamo consapevoli della difficoltà della gara. Abbiamo lavorato molto e grazie a questo Alessia ha affrontato la gara con grinta. Andiamo al Nazionale con serenità e voglia di fare bene. Chiara ha dimostrato di essere maturata, ed è pronta per il passaggio alla categoria junior. Matilda ha fatto emergere grandi potenzialità, che le daranno molte soddisfazioni in futuro”.

LEGGI ANCHE: En plein, la Kinesis vola alla finale nazionale