“Castanese, così proprio non va”: parole e musica di Marco De Bernardi

“CASTANESE, COSI’ PROPRIO NON VA”

E’ amareggiato Marco De Bernardi, direttore sportivo della Castanese. La sconfitta casalinga con l’Union Villa Cassano è indigesta, ancor più delle due precedenti esibizioni dei ragazzi di Emiliano Palazzi concluse con la sconfitta di misura per 1-0: “Così proprio non va. Oggi la Castanese non è scesa in campo, perché non può essere questa la squadra che punta a restare in Eccellenza”.

“IN CAMPO CON LE PANTOFOLE”

Il dirigente del club di Castano Primo non le manda a dire: “Per noi era una finale da giocare con il coltello tra i denti, con quel senso di appartenenza che ci ha portato sin qui. Invece ho visto troppi giocatori scendere in campo con le pantofole ai piedi. Peggio – ribadisce Marco De Bernardi – ho visto giocatori presuntuosi, leziosi. Gente che davanti al portiere invece di bucare la rete con un gran tiro ha cercato di fare il gol “da fenomeno”. Applaudo l’Union Villa: è stata umile, è stata squadra ed ha sfruttato l’occasione che le è capitata”.

Leggi anche:  Sedriano torna al comando

“LA FIDUCIA NON SI RIPAGA COSI'”

“La delusione è tanta – ribadisce Marco De Bernardi – per me e per tutti quelli che ogni giorno spendono il loro tempo per mettere la squadra nelle migliori condizioni. Non è questo il modo di ripagare la fiducia: chi la pensa diversamente e non è intenzionato a dare tutto per questa maglia, lo dica adesso. Non abbiamo tempo da perdere con chi non merita di stare qui”.

https://settegiorni.it/sport/ce-solo-la-castellanzese/