Clamoroso al Legnano: Vincenzo Manzo si è dimesso da allenatore dell’AC Legnano. La sconfitta interna subita oggi con il Milano City, ultima in classifica, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

L’allenatore, che grazie al suo prezioso e competente lavoro ha portato il Legnano sino al secondo posto nella classifica del girone B di Serie D pur essendo, quella lilla, una squadra neopromossa, non ha voluto commentare ulteriormente la sua decisione, ma i meglio informati ritengono che le dimissioni siano giunte quali logica conseguenza di un periodo nel quale il bravo allenatore ha subito situazioni di disagio.

L’impossibilità di allenarsi con continuità durante la sosta invernale (problemi vissuti dai lilla nel trovare un campo adeguato dove svolgere l’attività con spostamento a Cerro Maggiore nella giornata di venerdì) ha irrigidito i rapporti tra l’allenatore e la società non apparsi idilliaci già prima della sosta natalizia.

I pareri esageratamente polemici e negativi arrivati dopo la sconfitta interna con la Castellanzese hanno infastidito non poco mister Manzo, anche perché il kappao con i neroverdi è giunto dopo lo strepitoso filotto di otto vittorie consecutive.

Leggi anche:  Il Cagliari a Rho per preparare la gara di Coppa Italia con l'Inter

Vincenzo Manzo è stato convocato dal presidente Giovanni Munafò e dal direttore sportivo Matteo Mavilla per un incontro chiarificatore ma il tecnico ha già fatto sapere che non ha intenzione di tornare sui suoi passi.

Manzo lascia il Legnano al secondo posto in classifica con 38 punti conquistati in 20 giornate grazie a 11 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte.

https://settegiorni.it/sport/calcio-serie-d-che-domenica/