Il Legnano Basket prende Marco Laganà da Ravenna

IL LEGNANO BASKET PRENDE MARCO LAGANA’

L’ultimo Cavaliere è arrivato… Al termine di una trattativa piuttosto complessa, con grabnde abilità il General Manager del Legnano Basket, Maurizio Basilico, ha condotto in porto l’arrivo di Marco Laganà alla corte di coach Alberto Mazzetti. Nato a Melito di Porto Salvo il 5 gennaio 1993, Marco è figlio dell’ex cestista Lucio Laganà, e fratello di Matteo (già avversario dei Knights questa stagione con l’Orlandina Basket) e Luca. L’esordio in Serie A avviene nel 2011 con la maglia di Biella contro la Pepsi Caserta; in Piemonte si ferma fino al 2013-2014, dove purtroppo subisce anche un grave infortunio al ginocchio che lo limita per due anni. Dal 2014 al 2017 è nel roster della Pallacanestro Cantù, sempre in Serie A, prima di un breve “ritorno a casa”, seguendo l’esempio del fratello maggiore Luca, a Reggio Calabria (5 partite). Dopo la rapida esperienza esperienza in maglia Viola, decide nello stesso anno (2017) di tornare in serie A con la neopromossa Brescia. Nel luglio 2017 firma un biennale con Latina in A2, ma nel febbraio 2018 si trasferisce fino a fine stagione, alla neo-promossa Bergamo Basket 2014 in cui, con Ferri e Bozzetto, raggiunge un’insperata salvezza.

ARRIVA DA RAVENNA

In questa stagione ha vestito fino ad oggi la maglia di Ravenna (al momento nona ad Est) con una media di 11.6 punti a gara, 4.4 rimbalzi e 1.8 assist Laganà ha anche vestito per la U16 e la U20 la maglia della nazionale con cui ha vinto l’Europeo U20 in Estonia nel 2013. Play e guardia, Laganà è alto 197cm per 84kg di peso; buon tiratore da fuori è un grande agonista che oltre alla tecnica mette sempre in campo grinta e spirito di sacrificio.

Leggi anche:  Giosport Under 14 seconda nella coppa di basket Csi

“ED ORA, LA SALVEZZA…”

“Sono felice di poter annunciare questo acquisto – ha detto Maurizio Basilico – che permette alla nostra squadra di avere un roster completo dopo un inizio di stagione difficile. Voglio personalmente ringraziare il Presidente Marco Tajana che ha garantito l’extra-budget necessario per l’arrivo di Lagana’, ponendo così le premesse per la presenza della società in serie A2 e offrendo le maggiori possibilità allo staff di raggiungere la salvezza. Ora, a mio modo di vedere, abbiamo tutto quello che serve per puntare alla salvezza e noi, lo staff e tutti i giocatori si devono impegnare al massimo per poter raggiungere un obiettivo che è primario da questa estate”.

Torna alla Home e leggi le altre notizie.