Legnano-Obermais, la sconfitta del calcio ancora una volta…

LEGNANO-OBERMAIS, LA SCONFITTA DEL CALCIO

Doveva essere una domenica da incorniciare, come ultimamente il Legnano ha saputo fare nei play off per la promozione in Serie D di calcio. Ma il pubblico accorso allo stadio di Inveruno per assistere al match di ritorno tra la squadra lilla e i meranesi dell’Obermais è rimasto profondamente deluso: ancora una volta il calcio esce sconfitto da altre situazioni che col pallone non hanno nulla a che spartire.

IL RAID DEI MERANESI

Tutto comincia nella notte tra sabato e domenica, quando i tifosi dell’Obermais giunti a Legnano, coprono con scritte, stemmi e adesivi tutti i riferimenti alla partita del giorno dopo e, ovviamente, inneggianti alla squadra di casa che, lo ricordiamo, sette giorni fa ha vinto la gara di andata giocata a Merano.

Un gesto poco sportivo e per nulla gradito dai tifosi lilla i quali, nel primo pomeriggio di domenica, hanno atteso l’arrivo del pullman dei tifosi dell’Obermais, facendolo oggetto di lancio di sassi al punto che l’autista, per garantire l’incolumità di chi era sul pullman, ha fatto retromarcia ed è tornato a casa. Va sottolineato che, a parte lo sconcertante episodio, i giocatori delle due squadre e la terna arbitrale erano tranquillamente entrate allo stadio.

Leggi anche:  Testata all'arbitro, calciatore squalificato per tre anni

“SENZA TIFOSI NON GIOCHIAMO”

Sulla ribalta sale però il presidente dell’Obermais il quale, con grande sorpresa di tutti, non autorizza l’ingresso in campo della sua squadra. “Senza i nostri tifosi, noi non giochiamo”, la motivazione espressa dal massimo dirigente meranese. Nonostante le continue rassicurazioni dell’arbitro e delle forze dell’ordine in merito al regolare svolgimento dell’incontro, l’idea iniziale non cambia e l’Obermais non scende in campo. Suo malgrado, il signor Selvatici della sezione di Rovigo deve sancire il rinvio della partita.

ED ORA COSA SUCCEDERA’?

Nei prossimi giorni, regolamento alla mano, il Legnano dovrebbe vedersi assegnata la vittoria a tavolino e, quindi, l’ammissione alla finalissima che dovrà disputare con i bresciani del Breno (che hanno eliminato il Canelli). C’è però da valutare come verrà giudicato l’aggressione al pullman dei tifosi dell’Obermair: saranno solo sanzioni disciplinari? La mano del Giudice sarà più “pesante”? La certezza è una sola: il calcio ha perso, ed è il dispiacere più grande…

Torna alla Home e leggi le altre notizie.