Carola Maccagno vince la Prima Prova Nazionale Cadetti di spada femminile a Castellanza.

Spada femminile, va a Maccagno la Prima Prova Nazionale Cadetti

Lo scorso 21 ottobre il weekend di grande scherma giovanile si è chiuso con il trionfo di Carola Maccagno dell’Isef Eugenio Meda di Torino. La torinese, classe 2003, si è imposta al PalaBorsani di Castellanza davanti a Damiano Di Veroli, campioncino del fioretto. Questo successo segue quello conquistato dal compagno di sala Enrico Piatto, il giorno prima, nella gara maschile.

Maccagno si è imposta su Franchini in finale

Carola Maccagno si è imposta in finale su Alice Franchini del Circolo Schermistico Forlivese per 8-7, dopo aver sconfitto in semifinale su Rebecca Baronetto di Fondazione Marcantonio Bentegodi per 15-6. L’altra semifinale, invece, aveva visto il successo di Franchini su Lavinia Berardelli delle Fiamme Oro Roma per 15-13. Nella foto di copertina di Pavia-Bizzi/Federscherma potete vedere il podio a 4 della Prima Prova Nazionale. Qui, invece, trovate i risultati completi.

Leggi anche:  Fattore campo decisivo nei tre big match

Prima Prova Nazionale Cadetti

Finale

  • Maccagno (Isef Torino)  vs Franchini (Cs Forlivese): 8-7

Semifinali

  • Franchini (Cs Forlivese) vs Berardelli (Fiamme Oro): 15-13
  • Maccagno (Isef Torino) vs Baronetto (Bentegodi Verona): 15-6

Quarti

  • Berardelli (Fiamme Oro) vs Parmesani (Unione Goriziana): 15-10
  • Franchini (Cs Forlivese) vs Pennisi (CdS Jonica): 15-11
  • Baronetto (Bentegodi Verona) vs Colombini (PentaModena): 15-8
  • Maccagno (Isef Torino) vs Cornalba (Pro Novara): 15-7

Classifica

  • 1. Carola Maccagno  – Isef Eugenio Meda Torino
  • 2. Alice Franchini – Circolo Schermistico Forlivese
  • 3. Lavinia Berardelli – Fiamme Oro Roma
  • 3. Rebecca Baronetto  – Fond. Marcantonio Bentegodi
  • 5. Alessandra Pennisi  – Circolo della Scherma Jonica
  • 6. Carlotta Cornalba – Pro Novara Scherma
  • 7. Cecilia Colombini – PentaModena
  • 8. Francesca Parmesani – Unione Ginnastica Goriziana

TORNA ALLA HOME PER LEGGERE ALTRE NOTIZIE